Sul Radar della Coscienza

 

amore, amicizia, stupore, poesia, attualità, vita, senso, relazione, incomprensioni, linguaggio, sentimenti,

 

Ho pianto…
mentre ti allontanavi da me
per quel bacio volutamente non dato:
l’ ennesimo strappo alla libertà
di essere normali amanti.
Cinque giorni
tra silenzi incompresi
ed inutili fughe dalla verità…
Mi hai cercato come soluzione
nelle ore in cui ne avevi bisogno…
Mi hai voluto come compagnia
nei pomeriggi delle tue solitudini…
Hai fantasticato sui miei silenzi assurdi
giudicandoli forme di presunzione…
In realtà hai scelto
di bussare alla porta del mio pensiero
piuttosto che a quella del mio cuore.
Ho atteso invano
un piccolo gesto di cortesia
un “come stai amore mio”…
Speravo che ci tornassi
su quel violento temporale
che ci ha colti improvvisamente
prima della partenza
e con il tuo calore avessi sciolto
 l’abbondante grandine  

caduta sulla nostra strada ..
invece ti sei lasciata prendere
dal caldo intenso di questi giorni
che rende spesso afosa la lucidità
e sfuocato da illusioni l’orizzonte

amore, amicizia, stupore, poesia, attualità, vita, senso, relazione, incomprensioni, linguaggio,


Poi la sera ho seguito il tuo volo
sul radar della coscienza
avvicinarsi ad una velocità supersonica
e … sei atterrata in anticipo
davanti ai miei occhi
stupiti da un amore
che ricomincia ancora.

L’ASSENZA

… Ero solo…

l’altra sera…

erano circa le otto…

j0438966.jpg

 

… il silenzio ..

dentro di me e attorno a me

quando d’un tratto

un strano rumore

dietro la porta di casa…

… sarà lei …

di ritorno dal lavoro …

il cuore si sveglia di soprassalto..

la mente si rallegra…

gli occhi s’illuminano…

j0407531.jpg

la solitudine

sarà spazzata via…

finalmente!

Macchè… non può essere..

…lei…

è partita e ritorna domani.

L’assenza

per un po’ ti fa impazzire…

credere e sentire

una presenza che non c’è.

j0427749.jpg

Ma il domani non è lontano…

l’abbraccio dell’amore

è solo rinviato!

 

la porta del mio silenzio

 

Hanno bussato

alla porta

del mio silenzio

j0403728.jpg

 

 

Ho esitato

ad aprire

temevo fossero

le parole

 

Le solite parole

invadenti

di velluto nell’apparenza

taglienti nella realtà

 

Per un attimo

ho pensato:

meglio non lasciarsi

scomodare!

 

 

Avevo cercato e trovato

il luogo dei desideri

la pace del cuore

il riposo della mente

l’armonia con il corpo

 j0401228.jpg

Avevo scoperto

lo stare con se stessi

l’ascolto del silenzio

la melodia della creazione

nel solfeggio del respiro

 

…quando…

dietro la porta

l’insistente rintocco

mi richiamava

al confronto

 

Accidenti!

dove avrò messo le chiavi?…

dove le avrò posate,

non ricordo!?

 

Mi avvicino pian piano…

porgo l’orecchio

sul dorso della porta…

mah, la riconosco:

E’ la mia voce!

Lei ha già con sè

le chiavi per aprire!

Prego accomodati …

lo so, bussavi

nel rispetto

del mio silenzio!

 

La Strega e la Stella senza nome

   

Nelle segrete stanze
ho provato a ridisegnare
il percorso dell’amore. . .
Avevo a disposizione tanti colori
e pennelli di ogni tipo
ma una matita viola
regalatami dalla volontà
della Strega del web
ha incominciato
a tratteggiare
i contorni di un cuore
i primi battiti
l’energia di una carezza
il racconto di una storia. . .
Poi una notte
un lampo
le tue parole
come un tuono
dentro me
la richiesta di un dono
riaccendere
la stella senza nome
di una luce senza fine. . .
Non solo un battito
ma l’intero cuore per lei
perché quando si ama
si ama con tutti i battiti che uno ha. . .
Ti sei dispiaciuta
per l’assenza
di un immagine
la mia promessa ora davanti a te

cuore viola con omino con pennello.jpg

per ricomporre
la tela dei tuoi desideri
e rinnovare
la forza
dell’essere uniti
accanto
alla Stella
dal volto splendido
di una donna
di nome

Titti.

 

stella senza nome.jpg

Ti cercherò …

Tra i fondali dei mari del sud . . .

Ti cercherò.


Trattenendo
più a lungo il respiro
nelle profondità inesplorate. . .

Scenderò. . . 

a cercarti. . .


senza paure nè ipocrisie

imparerò a conoscerti al buio . . .

Ti cercherò dovunque tu sia. . .

 ora. . .

Mi tufferò nel vuoto  della mente. . .

Mi  precipiterò dietro
gli angoli del cuore. . .

 ad aspettare. . .


Il suono dei battiti. . .
la ricerca dei sensi. . .

Mi imbarcherò
sul primo volo pindarico
 della poesia
per raggiungerti
nel mondo dei sogni. . .

E se non basterà…

ti cercherò nel tempo
di ieri e di oggi,
tra le città del nord,
nel chiasso e nel silenzio

e  da est ad ovest
con una scialuppa di fortuna

navigherò in rete

pensandoti seduta come me
ad ammirare
le matite dello stupore. . .

Seguirò la scia del tuo profumo. . .

Il bel fiore raccoglierò

 tra le distese praterie

delle conviviali differenze dei popoli. . .

Mi innamorerò
della passione
per la pace. . .

 Senza alcuna esitazione. . .

Camminerò a piedi nudi

su strade asfaltate e non

per lunghi tratti …

ed anche quando sarò stanco

da fermarmi
nel riposo . . .

Ti cercherò. . .

 Persino ad occhi chiusi . . .

mi batterò ben volentieri

nell’arene contemporanee,

provocherò l’ola

con l’onda umana

negli stadi della storia. . .

E con la persuasione

inventerò la politica degli ultimi,

infrangerò le pareti del potere,

ricostruirò la capanna del sapere,

mi inchinerò


e ti troverò

mia libertà

nell’umile e semplice volto

373521922.jpg

di un bambino …

trascendente . . .  

Sirena degli abissi

Ricomincio da te
dal sorriso del tuo volto. . .
Mi ricordi le belle giornate dell’estate:
sei tu oggi ad illuminarmi come il sole,

mi abbronzi con lo sguardo azzurro dei tuoi occhi,
mi rinfreschi col soffio del tuo respiro,                                             

 mi bagni con il sale delle tue labbra 
ami travolgermi come l’onda dell’oceano
tu
sirena degli abissi

1445445532.jpg

 

mi conduci tra le fenditure delle rocce marine
per proteggermi
dai mostri delle acque. . .
Accarezzami la pelle
domandomi sollievo dal forte caldo dell’amore                                

 e svegliami nel prossimo giorno                                            

 quando si avvierà l’avventura tra noi sulla terra ferma. . .

Vorrei  per una volta sola nella mia vita raccomandarmi:                 

 ti supplico…

 non illudermi anche tu. . .

Un’abbraccio da Guiness

Un giorno speciale

Il mondo del web

Si stringe in un unico abbraccio…

Il più grande del mondo!

Per esprimere il calore dell’affetto

La speranza ritrovata

La gioia di esserci

68120893.jpg

La partecipazione e la solidarietà

Ci ha visti sostenere la sofferenza

Di un delfino di nome Maddy

Trovatosi d’un tratto in balia

Di acque tumultuose

La forza e la tenacia

La caparbietà di lottare per la vita

Ci hanno insegnato

Che la fede nel credere

possibile l’impossibile

è il segreto per spostare persino le montagne!

La gratitudine a colei che

Vivendo ha raccontato

Il miracolo dell’unità,

della passione per un’ideale,

In fondo,

dell’amore per la vita!

  

La fantasia degli attimi

Ti ho amata
nell’ascolto del tuo silenzio…

ho cercato me
tra le parole tue
non dette…

ho trovato te
nella voce sottile del vento. . .

Nella mia mente
te. . .
nel mio cuore. . .
La vita.

Nei tuoi occhi. . .
il mio volo libero. . .

Mani che si sfiorano. . .

Nella fantasia
degli attimi. . .

Il tuo profumo. . .
la mia pelle sulla tua. . .
carezze che non conoscono il limite . . .

indelebili nella memoria dal retro gusto ai frutti di bosco. . .

dietro me la semplicità
di un cammino,
dietro te 
il fuoco di un camino. . .

Dentro me
le luci della sera. . .
Dentro te
il passaggio della festa. . .

Davanti a me
il tuo sorriso in scena. . .
Davanti a te
il mio volto in pena. . .

Accanto a me
tu con me. . .
Accanto a te
io con te. . .

per  sempre!

Le orme dell’esodo perenne

Camminavo…

lungo la spiaggia del mio paese…

il respiro del mare sfiorava il mio andare:

il desiderio di scoprirne dentro il senso della vita

e del mistero nascosto nelle profondità degli abissi…

La carezza del silenzio regala la percezione dell’io…

la caducità dell’essere…

nel volo libero l’apparente sensazione

si frantuma nell’esperienza della finitudine…

la leggerezza della ragione sconfina il tempo e lo spazio

alla ricerca di un’oltre indefinito…

Mentre

la pesantezza del vivere rende vana ogni nostalgia del mio…

Per taluni è realistico il nulla

per altri è possibile un credo…

Per tutti la fatica di sopravvivere all’inesorabile fine.

d9ddab69a5486758a347024a91286e55.jpg

Tra dubbi e psuedo verità

sulle orme che anticipavano i miei passi

la cifra nella memoria dell’esodo perenne

danza infinita di dissolvenze

tra buio e luce

pianto e riso

non essere e l’essere.

la solitudine di un istante

Non piangere

amore mio 

la solitudine di un istante       


 

Non andrò poi così lontano            

il tempo di un lampo 

e sarò di nuovo da te       

 

 885592ba9ba73b116efc9b094dea27ab.jpg

La malinconia  della sera           

sarà portata via

dall’insolita pioggia

di primavera

 

Addormentati serena

non aver paura del silenzio

veglierò lo stesso su te

seppur distante

 

Spingerò la notte

inventerò l’impossibile

a costo di salire tra le stelle

e portarne giù una

e dare vita più velocemente

al nuovo giorno

 

Abbandonati

alla carezza del mio cuscino:

sognami a lungo

arriverò presto

e ti racconterò

le meraviglie dello stupore…

… le mie mani tra i tuoi capelli…

Nei miei occhi i colori del mattino…

Nel mio bacio il sapore dell’aurora…

Nell’abbraccio dell’amore                 

il calore della vita!