Un Presente Senza Tempo

E’ bello sentire i tuoi passi 

nel giardino della storia …

Accorgersi di non essere soli

nel silenzio della natura.

Il passaggio dell’essere

avviene nell’imprevedibile ora,

quando l’abbandono incombe

sugli incroci del dolore.

 

pasqua,spiritualità,religione,bibbia,vangelo,senso,attualità,notizia,news,poesia,vita,amore,amicizia,solidarietà


Traditi dagli amici, giudicati dagli eletti,

condannati dai perfetti.

L’innocenza traspare dal cercare

tra i morti colui che è vivo.

L’incontro avviene

nello stupore evocativo del tuo nome

pronunciato da un’eco inconfondibile

dentro lo spazio infinito.

Il sepolcro è vuoto,

l’atmosfera è libera e serena,

il suono è silenzio … 

nella terra arida è creato un giardino!

Le sue vesti come un mantello

coprono le nudità delle infedeltà alla vita

cambiano d’aspetto

perchè dipinte dall’arcobaleno 

del compimento delle promesse.

La ricerca di Dio e dell’uomo

trova il luogo d’intersezione

nell’abbraccio della croce:

lì la fiducia supera l’impossibile ragionevolezza 

e l’Inatteso si presenta accanto.

Stende le sue mani

e crea il nuovo te

nell’alba di un presente senza tempo.

pasqua,spiritualità,religione,bibbia,vangelo,senso,attualità,notizia,news,poesia,vita,amore,amicizia,solidarietà

 

Il Tuo Sorriso

 

amore,poesia,amicizia,senso,stupore,vita,spiritualità,attualità,notizie,news

Ogni giorno ti cerco

 amore mio

tra i mille volti incrociati

scelgo sempre il tuo . . .

Sorriso discreto

che mi ha rapito il cuore.

Le incompresioni e i malintesi tra noi

sono stati spesso spazzati via 

dal tuo sguardo colorato di speranza.

La gratitudine senza sosta da parte mia

per avere dato alle mie fragilità

 l’opportunità di un nuovo giorno 

possibile oltre ogni sera . . .amore, poesia, amicizia, senso, stupore, vita, spiritualità, attualità, notizie, news,

Anche quando attraverso

l’aridità del mio deserto

sotto la calda e dura arsura

ascolto da lontano

il suono dell’onda del tuo oceano

travolgermi in un abbraccio infinito.

Era un caldo pomeriggio tempo fa

quando sospinti dal buon vento

abbiamo insieme avviato

l’avventura dell’amore.

 

amore,poesia,amicizia,senso,stupore,vita,spiritualità,attualità,notizie,news

I silenzi…

gli sguardi nascosti

dietro improbabili occhiali da sole

gli incontri di vita

tra i luoghi dei senza vita 

hanno affascinato il desiderio

di conoscere il mistero dell’altro/a.

Io ho accolto te,

Tu hai accolto me . . .

Tu mio pieno di energia

sorriso di Dio sul mio cammino,

perdona il mio strano modo di essere

amami ancora per l’eternità!

 

amore, poesia, amicizia, senso, stupore, vita, spiritualità, attualità, notizie, news,

 

La Nave Dei Sogni

costa.jpg

La nave dei sogni

è stata affondata

da uno scoglio imprevisto

lungo la rotta del piacere.

Il mare della storia

non perdona alcuna distrazione

nemmeno e soprattutto quando

si tratta di giochi assurdi.

Coloro che guidano

hanno il dovere di non permettersi

in alcun modo

lunghi silenzi,

assenze ingiustificate,

mancate percezioni del reale,

inutili fughe personali

verso la salvezza.

L’abbandono in anticipo della responsabilità

condiziona la fiducia nelle istituzioni,

mette a rischio ogni sicurezza,

allontana la serenità della gente.

Apprezzabile la spontanea solidarietà

del popolo isolano

degno dell’essere figlio

della purezza e della semplicità

racchiuse nel simbolo del giglio.

Le porte aperte di ogni famiglia

hanno moltiplicato il pane dell’accoglienza,

il cappuccino consolante nella prova,

la tisana rilassante nel pericolo scampato.

Nel tragico epilogo di questa avventura

in filigrana si intravede

quasi come un segno dei tempi

il precipitare degli eventi degli Stati nel mondo.

Quando la nave dei popoli

vira verso le coste di una economia senza etica

allora lo scoglio del profitto senza sosta,

tramite speculazioni da vero terrorismo,

frena irrimediabilmente il solcare

nel mare della vita.

La condivisione libera e sincera

moltiplica la certezza di salvarsi dal naufragio

così come rafforza la convinzione

che battere ogni onda di mercato è possibile.

Il Racconto Della Semplicità

Nella storia della quotidianità

nasce il racconto della semplicità…

In una sperduta borgata di periferia

dell’impero romano

un bambino interrompe

il sereno percorso dei potenti…

Natale, Buon Natale, spiritualità, senso, vita, amore, religione, politica, sociale, attualità, festività, notizie, news,

Da una semplice donna di Nazareth,

povera nello spirito

nasce il segreto della divinità:

scegliere ciò che il mondo considera debole

per confondere i forti!

La chiave di ogni cambiamento

è custodita nel silenzio dei senza voce,

nel grido disperato dei senza lavoro,

nella solitudine dei senza meta.

La responsabilità dell’uomo

è cercare la compagnia dell’Oltre

tra i cuori e le menti dei semplici

per imparare da loro

il racconto della vita!

 

Domani …

 

senso,vita,filosofia,ricerca

 

Domani

il rinvio costante del mio presente …

L’attimo della svolta

a fatica trova un pertugio di libertà

nel pensiero condizionato di questo tempo.

La corsa all’inutilità

è il respiro dell’universo relazionale.

Le scelte pratiche della quotidianità

sono orientate,

nella maggior parte dei casi,

verso un dilagante non senso.

La storia prosegue inesorabile

il suo svolgersi nell’età …

Non curandosi del suo stadio finale.senso,vita,filosofia,ricerca,poesia,l'altro,la scelta,decisioni,controcorrente,storia,mondo,sociale

La buona volontà di mettercela tutta

lotta come arbitro

tra l’indifferenza e l’apatia da un lato,

la partecipazione e il desiderio dall’altro.

Gli eventi ti corrono incontro

ponendo interrogativi che esigono risposte

per una lista di scelte

ai più incomprensibile

ma necessarie per un cambio di marcia.

Il coraggio di seguire

l’onda contro corrente

diventa imprescindibile principio

per dare il via all’altro che è in te.

 

senso,vita,filosofia,ricerca,poesia,l'altro,la scelta,decisioni,controcorrente,storia,mondo,sociale

 

Il malessere della sanità

j0433788.jpg

 

Il grido del vento

libera l’orizzonte da ogni foschia

 i monti innevati si ergono sullo sfondo

in una scenografia naturale…

Sirene di soccorso

sfrecciano sulle strade del paese

l’amore della mia vita è lì

tra le corsie delle presunte attenzioni

e dalle tante decantate cure…

 

Nel viaggio quasi casuale

tra i padiglioni ospedalieri

ci si rende conto di un malessere diffuso

nel corpo umano e nel corpo sanitario…

 La scienza medica scivola sulla buccia

della competenza

e si rivela alquanto schiva e nervosa

sul piano del dialogo interpersonale…

Il malessere della sanità nasce dal di dentro

dell’uomo medico e paramedico…

Ammalati lasciati al loro destino,

intrappolati da terapie rilassanti…

nella notte alzano il loro grido disperato…

j0182792.jpg

Nessuno si preoccupa, tanto c’è il valium:

alzarne la dose è routine

per risolvere ogni problema!

L’apparente andirivieni delle infermiere

nasconde il disprezzo per quel lavoro

una volta accettato e/o scelto

come missione di servizio…

Il “campanello” da essere un diritto

per l’emergenza dell’infermo

diviene un’ optional

da nascondere dietro il letto,

appena si presenta l’opportunità,

lontani dagli occhi indiscreti dei parenti…j0425236.jpg

I dottori si giustificano

per le prescrizioni notturne,

cosi eccessive nelle dosi,

dietro racconti di pseudo intervento…

Il letto del loro riposo

ha la priorità assoluta…

Al mattino poi schizzofrenie inconcepibili

mandano in tilt il regolamento scritto

dalle loro  eccellenti intelligenze… 

L’igiene dei reparti rispecchia

quella mentale del primario

mentre la sua equipe a fatica

si riconosce nella stima reciproca…

j0182808.jpg
Il tampone salva vita e salva faccia
 è nell’uso di metodiche innovative
direi sperimentali o meglio palliative
perchè tentare non nuoce
finchè morte non ci sorprenda…

I percorsi spesso s’invertono

e la domanda nasce spontanea:

senza nulla togliere

alla sua professionalità,

dottore,

ma non crede sia meglio

che lei si prescriva

una vacanza “tranquillante”,

dandosi per un po’… all’ippica?

post medici.jpg

<><><><><><><><>

Il post scritto il 9/02/2010 dopo unì’esperienza diretta

è riproposto a grande richiesta.

Inoltre è possibile approfondire il tema

seguendo l’articolo di R. Villa su corriere .it: 

“Medici stressati anzi bruciati”

 

 

Ricordi d’Estate

Ascolta da lontano il suono del vento

il mare nelle sue onde

s’infrange sulla nudità delle rive

mare.JPG

Gli occhi caldi del sole

si posano sui corpi liberi degli uomini

svelandone la fragilità dell’apparenza.

 

Il bagnino scruta l’orizzonte

l’avvento delle nubi minacciose

vegliando sulle stravaganti giovani negligenze.

 

orme.JPG

Sulla battigia le orme si susseguono

disegnando l’evoluzione dell’età

in un tempo inesorabilmente veloce.

 

Una folla di turisti sulla nave di passaggio

attira l’attenzione dei pensanti

su crociere tra mari solo desiderati e mai solcati.

 

I colori dell’acqua sulla via della notte

cambiano aspetto al paesaggio

un velo di nostalgia si posa sui tetti delle case

 

lumini.jpg

I bambini entusiasti contraddicono il buio

disegnando il sole con la luce dei lumini naviganti

oltre l’orizzonte la speranza

che nascerà presto ancora un nuovo giorno

 

E tu amore mio stringendoti a me

ricordi il tempo in un cui

il fragore del tuo mare

ha interrotto dentro me

l’armonia del silenzio!

amore.JPG