Vita da Gabbiani

Bello disegnare nei cieli 

La rotta della libertà

Giocare sull’onda del vento

Sulle navi che solcano il mare

Per poi planare sulle loro scie

Nell’attesa dello scarto del cibo dagli umani

Ma spesso il vento della fame ci spinge

oltre il mare sulla terra abitata dalla nudità:

la sabbia

terra che raccoglie

le bellezze e le schifezze

di una stagione che spesso

si dimentica del rispetto. . .

E’ allora che la libertà

è strozzata dall’indifferenza assoluta.

Mentre il bisogno

cerca altrove

nuovi lidi 

Clicca qui di seguito per visionare il video Bisogno e Libertà

The Day After

Un uragano

forza sette

dal profondo sud

del mondo

avanza

spazzando via

gli ultimi imperatori

della storia umana. . .

Il potere economico

delle multinazionali spodestato

dalla forza della natura. . .

Gli intrecci degli interessi politici dei potenti

del nord del mondo smascherati

tutti d’un colpo. . .

Lo sfruttamento

della forza lavoro

messo a nudo

dinnanzi al giudizio

di tutti i popoli. . .

La violenta forza d’urto

non ha risparmiato

i santuari

della diplomazia

là dove si decidono

le sorti di milioni

di innocenti,

condannati

alla fame perenne

per la sazietà dei pochi. . .

Gli ultimi della terra trasportati

nel vortice della liberazione

saltellano la felicità

di un ordine mondiale nuovo. . .

L’uragano del sud

ha colto tutti di sorpresa…

Le previsioni meteorologiche

non segnalavano alcunché

di così catastrofico. . .

Anzi lo studio e l’esperienza

delle perturbazioni planetarie

non potevano mai presagire

un evento di tale portata.

I calcoli perfetti dell’uomo superiore

cancellati dalla rivincita della legge della natura:

tutto è ora da rifare!

Ricostruire il vivere sociale

sulla roccia della giustizia è l’imperativo;

l’equa distribuzione delle risorse,

il rispetto della dignità umana

su ogni parallelo dell’emisfero

borreale ed australe,

la partecipazione di ogni popolo

al bene comune universale

in una solidarietà delle origini

è il compito primario degli eletti alla cosa pubblica. . .

uragano katrin.jpg

Il giorno dopo. . .

la pace

nuova eco

tra gli spazi di libertà. . .

gli impoveriti della terra,

consiglieri esperti scrutatori

delle vie del cielo,

profeti del futuro

che viene…

Seduti ora,

accanto ai potenti,

insegnano

i segreti

della sobrietà della vita,

l’economia dell’essenzialità,

la politica della prevenzione

da ogni tempesta…

La sveglia

nella notte dei tradimenti degli impegni

quando l’uragano del sud

potrà tornare

come forza otto,

la forza di un’avventura

oltre il tempo e lo spazio

in una dimensione sconosciuta

là dove la verità viene posta

come sigillo sull’anima.

Come arcobaleno

Cercami nel silenzio e nel segreto,

cercami tra gli spazi impensabili,

cercami nel mare della poesia

come arcobaleno della pace…

Cercami tra i colori della vita,

nel bianco e nel nero,

sulle cime dei monti e nella valle del pianto…

Cercami dovunque tu vuoi, e dove tu puoi

tra la ragione e l’irrazionalità,

nella fede e nel dubbio. . .

Sulle strade asfaltate e sui sentieri scoscesi. . .

Cercami nella costellazione della vergine

come una cometa che accarezza i pianeti. . .

Cercami ai confini del mare,

là dove si libra in volo la libertà dei gabbiani…

 cercami al largo

tra le danze dei delfini

cercami come l’ape cerca il miele

tra i fiori più belli

nello stupore di una matita

fermati…

mentre per un attimo

sfioro le corde dell’essere di te.

il fiorire della vita

398f4e0646772b8b856c2bd60776ec8a.jpg

 

Avanza con cadenza naturale

Discretamente nel vento

Avvolge la  terra di colori

Il cuore dell’uomo di intensi sorrisi

 

Avanza nel silenzio e nel rispetto

Nella bellezza dell’armonia crea

L’energia della pace sprigiona

Sui monti senza paura saltella

 

Avanza nell’abbraccio del sole

Nella freschezza della sera

Nel suono del volo libero

Nella fantasia dei profumi

La luce del mattino

Il fiorire della vita .