Vita da Gabbiani

Bello disegnare nei cieli 

La rotta della libertà

Giocare sull’onda del vento

Sulle navi che solcano il mare

Per poi planare sulle loro scie

Nell’attesa dello scarto del cibo dagli umani

Ma spesso il vento della fame ci spinge

oltre il mare sulla terra abitata dalla nudità:

la sabbia

terra che raccoglie

le bellezze e le schifezze

di una stagione che spesso

si dimentica del rispetto. . .

E’ allora che la libertà

è strozzata dall’indifferenza assoluta.

Mentre il bisogno

cerca altrove

nuovi lidi 

Clicca qui di seguito per visionare il video Bisogno e Libertà

Il Segreto della Periferia

lasciati condurre dal sottofondo

leggi con calma

rispetta il respiro

fermati sulle immagini

ascolta il silenzio…

 

Rumori assordanti

dal centro del tuo universo

contrastano con il silenzio percepito

nella periferia del tuo essere…

P7140007.JPG 

Gigantesche onde anomale

sovrastano senza precedenti

l’abisso insondabile del tuo andare…

 

I tuoi sogni

danzano sul tempo:

ricordi la tua storia

come una passeggiata in lungomare

al termine di una giornata estiva…

le carezze, il sapore dei baci

l’abbraccio della brezza

preludio alla notte dell’attesa del nuovo sole.

 

La matita come un pittore,

simile ai tanti seduti nelle piazze in festa,

riportava su tela

le istantanee delle tue pause…

i volti cangianti di un cammino stanco

sulle alture dei sentimenti.

P7131126.JPG

 

Respiro del tuo respiro,

l’amore temprato nella fedeltà

ti consegna l’ala segreta del tuo volo libero…

e pensavi che sì persino

l’amore che naviga in penombra

sulle rive del mondo

regala

ponti costruiti e lanciati

oltre l’oceano della vita.

 

 

Davvero sul mare grigio dell’errare

senza preavviso

piccole luci invadono lo spazio:

stelle di profezia sussurrate dal cielo.

 

P7140045.JPG

I battiti del tuo cuore

un tutt’uno con il ritmo ballante della gente

creava fusioni impensabili tra generazioni,

emozioni di un mondo fraterno ed in pace.

Si cantavano canzoni antiche e sempre nuove

di una terra terremotata nelle mura

ma con un popolo fiero di non mollare mai.

 

I vapori di un bagno turco, poi,

nel cuore della notte,

scrutano i limiti di uno stupore annebbiato

restio nel lasciarsi condurre

 oltre le possibilità umane.

La doccia sensoriale delle tue parole

lava le ultime scorie di un presente

tormentato dall’inquietudine.

luce2.JPG

 

Guarda lontano

amica mia

là dove nasce il mistero:

il decollo del vento

ricama nello spazio

l’unità dell’essere

l’equilibrio della libertà…

 

Un Turbine di Vento

In principio il nulla

/

00144305.jpg
nel luogo dell’assenza
un turbine di vento
una presenza ti viene incontro
nel vuoto delle paure
una forza aliena genera nuova energia
Tra i sentieri delle solitudini
immagini di nebbie si diradano
come una sequenza di un film in bianco e nero
/
00400065.jpg
Cammini disorientato
come quando ti lasci andare tra i cristalli
di un vino inebriante
posto sulle tue labbra da un mano amica
Ascolti l’assurdo di un racconto
abito nuovo sulla tua pelle disidratata
dai brividi del lungo inverno
j0437321.jpg

Ti sembrerà notte
quando si spegneranno le luci della tua città 
e tu sarai portato sulle piste del ritmo…
allora ballerai l’imbrevedibile leggerezza dell’essere.
00431173.jpg 

Se saprai coniugare
la sapienza dell’impossibile e la fiiducia del possibile
allora vedrai la luce che nasce nel vento
vedrai il tuo natale
nella precarietà del tempo
libero dagli schemi precostituiti
certo di essere narrato come speranza
00433055.jpg

nel dopo tu…

Nello Spazio senza Tempo

Onde siderali

nello spazio senza tempo

frantumano

miriadi di particelle…

sospese nel nulla …

vagano tra le soglie

dell’infinito

sottratte a sistemi

extra sensoriali

ignorano il fine

del movimento intersistiale . . .

La materia cerca

l’altra parte di sé

nella non materia

Sull’orlo del precipizio

di un buco nero

si sfiora l’abisso

del pensiero…

Il suono magnetico

delle orbite attrae

il vettore catapultato

come nei grafici

delle traiettorie

del vento solare…

Raggiunge velocità

non misurabili

non più percepibili

da comuni mortali. . .

universo2.jpg

La fisica si inerpica

tra le alture

della metafisica

per librarsi in volo

come gabbiano libero

della schiavitù della legge…

I freddi calcoli matematici sfidano

in un altrove sconosciuto

il come volevasi dimostrare

della pura casualità dell’essere

mentre si perdono nei vicoli ciechi

di un perfetto determinismo

dell’universo…

Sul treno della vita

358356235.jpg

L’appuntamento con la vita 

è un po’ come salire

su un treno di solo andata

senza alcuna soluzione di ritorno.

Ti capita di viaggiare

con un posto assegnato

o di rimanere

 per tutto il viaggio in piedi,

come sentinella della via. . .

Puoi incontrare l’umanità

racchiusa in sintesi:

dalla piccola che stupita esclama:

“papà stiamo andando addosso al mare!. . .”;

al silenzio indifferente di tanti

isolati dalla stereofonia dell’emmeptre . . .; 

al chiacchiericcio assillante

di chi ammazza il tempo

con i soliti bla, bla, bla.

Corre veloce con poche fermate. . .

il treno…

 Non hai scampo. . .

 non hai tempo. . .

e mentre dal tuo finestrino tutto passa,

attorno a te una miriade di scelte

rivelano lo stile della tua identità.

C’è bisogno di pazienza

per raggiungere la meta . . .

C’è bisogno di sedersi accanto

per ascoltare il suono di un’altra vita. . .

C’è bisogno di stupirsi

per accogliere se stessi. . .

C’è bisogno di scegliere

per esprimere

la libertà e il senso dell’esistere.

La libertà del volo

1520409488.2.JPG

 

 Volare è un po’ come amare. . .
Ti fibrilla il cuore, ti danza il ventre. . .
I timori e le ansie della vigilia
lasciano il posto all’istinto naturale di provare l’impossibile:
sfiorare il cielo
e lasciarsi andare sulle onde della fiducia. . .
In un attimo osservi le cose
con gli occhi del sole,
accarezzi il vuoto
come la scioltezza di una nuvola,
 attraversi la notte
con la lampara della luna.
Persino il tempo cambia i suoi ritmi
 annullando le distanze
dei mondi e delle culture. . .
Le sensazioni si librano nell’aria
e il profumo della tua pelle si diffonde
a più di dodici mila metri. . .
I tuoi piedi saltellano
sui monti della pace amica mia. . .
Ed ora ancora più sù. . .
 là dove l’uomo non è che un nulla
 nonostante  crei questa stessa opportunità. . .
I tuoi baci mi permettono
di slacciare le cinture di sicurezza
e vivere sino in fondo
la libertà del volo. . .
Dondola lievemente
l’aereo da destra a sinistra
 per poi passare ad un sù e giù da estasi. . .
Il comandante interrompe
il rumore dei motori:
prepararsi alle fasi dell’atterraggio. . .
Mi dispiace amore mio
è necessario riallacciarsi le cinture:
è ora di ritornare in picchiata
 sulla pista del quotidiano!
Il carrello è sganciato
 lo spettacolo della natura
si disegna in avvicinamento
e come in un battito d’ali tocchiamo terra. . .
 Che bello siamo arrivati insieme. . .
Pensa il pilota ci ricorda
che siamo in anticipo sull’orario previsto:
quando si ama del resto si vola. . . 

Più forte della tempesta…

2029231428.jpg

Insieme noi

mentre fuori

una tempesta

imperversa

senza pietà…

Gli alberi

dal vento

trascinati via

cedono

all’ira della natura…

La notte attorno a noi

accoglie impotente

i bagliori della luce

e nel silenzio

che le è proprio

diventa

cassa di risonanza

del rumore del cielo…

Avvertivo

il respiro tuo

ansioso

come in attesa

della fine…

Mi avvcino

accanto al tuo cuscino:

“dai su via

ci sono io

qui vicino….”

 

un abbraccio di relax

3615bfd7cdb5f8c2fd71f523f9da0c9c.jpg

Ho colto un fiore
dai campi del mondo,
il suo profumo si e’ diffuso
in tutta la mia casa

da inebriarmi sino all’inverosimile…

 

I suoi petali,
dolce velluto sotto le mie carezze,
abbracciano arcani segreti
del tempo che scorre…
E nel mentre
con la mia mente
saltellavo qua e là
tra costumi e culture
di ogni genere,
sfogliando i cataloghi del relax,
osservavo come ci sono luoghi
in cui il deserto si mescola con la sabbia del mare

e i colori trasmettono l’identità di un popolo…

 

Sentivo forte dentro me
il desiderio di incontrare
ogni uomo e/o donna di questo tempo

e dolcemente sussurrargli:

 

‘ho deciso di innamorarmi
dello stupore che dipinge  d’arcobaleno
lo sfondo del tuo cielo!’
 42387e020f409a675c6af8faf31f8161.jpg
Sono certo che quel fiore così rinascerà ancora
Nell’abbraccio più sincero.

a93bc1263adf8718555fd7a57b7aae7b.jpg

Semplicità!

I giganti avanzano sulle strade della città…

il rumore dei loro passi

squarcia il silenzio degli innocenti …

Mascherati di gentilezza

                         nascondono il volto avaro della bontà                              

                                         il racconto delle loro promesse perdenti…

Amano vestire con eleganza la loro pelle

dimenticando spesso la nudità delle loro scelte… 

Assetati di potere

scambiano il servizio come abuso…

I diritti come favori…

I meriti con intime prestazioni…

il bene comune con gli interessi personali…

La loro magia

esaltata dall’arroganza

incanta

ma acceca i desideri di intere generazioni

crea diamanti per le tasche dei ricchi

e semina  infelicità tra gli impoveriti della terra…

A volte si spingono a largo

nel mare sconfinato dei soprusi e delle violenze

là dove gli abissi

disperdono la dignità dell’essere umano

e la giustizia affonda inesorabilmente tra relitti millenari…

7c34582dcdbf3e09924c139a6f2ba911.jpg

Un’arma letale

Celata nei cuori degli ultimi

È pronta per l’ultimo atto

Di un sogno fattosi realtà:

con la matita della poesia

stupire la storia

in semplicità…