Il mio Natale

 

… Confusioni di luci nella notte …

j0313791.jpg

il mio natale a raggi x

evidenzia un trauma serio

presso la regione cervicale e lombare…

la negligenza e superficialità

di alcuni addetti alla sicurezza

di un centro commerciale “all’avanguardia”

hanno creato danni a più persone

su quella scala mobile…

mobile a tutti gli effetti…j0422492.jpg

L’indifferenza poi e il riso beffardo

accompagnate da insignificanti battute

evidenziano la pericolosa deriva del nostro tempo…

La Speranza che le festività

che stiamo celebrando

siano opportune

per il recupero del senso ultimo delle stesse:

celebrare la cura per l’uomo.

j0409148.jpg

La memoria della nascita di Gesù di Nazareth

nella periferia dell’impero romano

in un borgo sconosciuto

crea le premesse di un mondo nuovo

per un uomo nuovo.

Credenti e non,

sanno che nel volto di quel bambino

la storia viene capovolta:

la giustizia è nelle mani dei piccoli,

la pace nel cuore dei semplici,

la vita in un prendersi cura reciproco.

L’essere al centro delle attenzioni,

correre per accaparrarsi il luogo del potere

tra applausi e riverenze

non crea vita dentro te e tanto meno attorno a te…

Percorrere piuttosto i luoghi sperduti del cuore

le periferie dell’esistenza

tra deserti aridi e burroni da vertigini

forma la sapienza divina e il dono di sé.

Le scuse rivolte a tutti voi

che mi cercate in questa casa dello stupore

per la mia assenza credo più che giustificata

e gli auguri per una rinascita speciale perché

Amare gratuitamente

è sapersi sedere accanto

poggiando la propria tenda

nelle periferie del pensiero dell’altro

condividendone gli echi

di ogni grido di liberazione!

auguri.jpg

2009 Baci di Auguri!

Uno scintillio di baci

laggiù

nel profondo orizzonte

danza in festa fino all’alba

tra luci di fiori

e brindisi di popoli

nel cielo dei colori

il tuo volto splende

di 2009 bollicine

di un frizzante

e inebriante spumante

sulla tua pelle

brividi del futuro

che avanza

dentro te

il ritmo di una musica

ammaliante

il profumo di un mattino

scoppiettante di auguri

balli baci ed abbracci

fuoco che riscalda

la notte fredda

di una libertà senza lacci

voci da quattro venti

si radunano in tanti

nella piazza del mondo

saltellano in coro

con canti :

buon anno di pace

agli indifesi infanti

e a quanti son deboli

ed affranti!

 

© Ramona R.