L’Identità Perduta

uomo.JPG


L’uomo che non sapeva chi fosse

cammina ora 

lungo il percorso del mio sguardo:

la sua è un’ andatura 

di un tempo non definito ….

Con la sua mano accarezza 

il dolore della solitudine . . .

Sul suo volto la nostalgia delle cose perdute. . . 

Sui suoi piedi la fatica degli incontri falliti. . .

Sulle etichette create ad arte dalla gente

 il suo nome assomiglia a Nessuno,

naufrago di epiche memorie …

Una spina nel suo fianco

gli ricorda costantemente la sua finitudine. . .

Incompreso sulle vie della giustizia,

frainteso volutamente 

per disperdere le sue intuizioni tra le folle,

respira ogni giorno la nebbia delle promesse,

il fumo delle illusioni 

gettato senza rispetto sul suo volto. . .

Lo mantiene in vita

una sola verità 

quella di non a fare ad alcuno

ciò che non vorrebbe si facesse contro di lui …

La sua battaglia,

apparentemente persa sul campo del quotidiano,

si svolge sul piano dell’essere

là dove s’incrociano i volti senza maschera

e l’io abbandona gli scudi della difesa.

A nudo le identità sono svelate

cosi come la falsità è palesamente illuminata. . .

La consapevolezza di un desiderio

vive nel dopo degli incontri:

la semina del bene

è l’attesa che sprigiona fiducia.

I Confini dell’Attesa

 Inseguendo il tempo 

Attimo dopo attimo

Nella frazione di un secondo

Scopri i confini dell’attesa

j0182538.jpg

 

 

Irraggiungibile sogno

Varcare la soglia del dopo

L’anticipo dell’oltre

Disorienta il senso

Frantuma l’esistente

 

Conosci i segreti del limite

La fragilità della presunzione

La mania dell’onnipotenza

L’ignoranza del sapere

j0438955.jpg

 

 

Ad un tratto la sorpresa

La forza del coraggio

La semplicità dei gesti

La coerenza del pensiero

La fatica dell’impegno

Inventa

e cambia la storia…

 j0401708.jpg

E’ il tempo ora ad inseguire te

Girotondi di magia…

…nel deserto dell’anima

 

 

Alle prime luci del mattino

con le valigie preparate con cura,

già da un pezzo,

sei partita

lasciandomi solo

per un lungo periodo.

Il silenzio dell’amore

ha attraversato

il mio tempo.

Il vento

nel deserto dell’anima

ha provocato

bufere di sabbia

sulla mia via. . .

j0424385.jpg

Non ha importanza

cercare il motivo

o le cause del gesto,

gli ingranaggi

del sentimento,

sebbene collaudati,

sono figli dell’imprevedibilità.

Le riserve per la sopravvivenza da single

sono state attivate da istinti embrionali,

la pressione psicologica della solitudine

ha trovato la valvola di sfogo

nella compagnia dei “numeri primi“,

la forza del pensiero

nella fatica dell’esercizio ginnico,

il vuoto dell’attesa

colmato dagli amici internauti . . .

Forse è vero quando dici

che il mio orgoglio, alle volte, mi frena:

avrei voluto dirtelo sai,

mi mancherai!

Mi mancherà il tuo sorriso,

mi mancheranno i tuoi baci,

le tue carezze della sera,

il tuo cercarmi sotto le lenzuola. . .

E come non gridartelo?

Mi mancheranno i tuoi occhi

specchio del mio andare,

lampada sul mio cammino. . .

Mi mancherai tu

e la tua voglia di vivere e lottare,

tu con il tuo “lele”

pronunciato a tutte le ore

come un ritornello musicale.

Non tardare,

vieni presto

amore mio!

Sorprendimi di notte

mentre la matita riposa

sotto il tuo cuscino

e s’impregna del tuo profumo …

Sorprendimi di giorno

mentre la matita dipinge

l’ultimo suo lavoro

e racconta le sue nostalgie.

Sorprendimi ora

mentre la matita giochicchia

sulle mie labbra

con i miei pensieri

sospesi per un attimo

e lo sguardo alto

verso l’infinito …

mani.jpg

Come d’incanto

vedo te

lasciare andare via le valigie

correre

e prendermi le mani

in un girotondo

da sballo

in un girotondo

da sogno

in un girotondo

dal respiro libero

in un girotondo

di magia. . .

girotondo magico.jpg

Ti Chiedo Perdono!

Ti chiedo scusa
amore mio
ti chiedo perdono . . .

j0227667.jpg

con le ali del vento
spazza via le
nubi
che ho addensato
sul nostro orizzonte.
Sono consapevole

che spesso accecato
dai miei mille pensieri e preoccupazioni

ti faccio del male

con la mia irruenza e con le mie rudi parole

e so quanto ti faccia soffrire…
scoprire  l’amaro del miele. . .


La mia richiesta
dettata con tristesta

attesta l’involontarietà degli atti

e l’inconsapevolezza dei gesti . . .


Credimi non sopporto più

questo mio modo di reagire

sconfinando l’inverosimile . . .

j0399913.jpg

Accoglimi ancora
tra le tue braccia
così pronte a  stritolare le offese
e a regalare
il dono del si. .
.

Ho tremendamente bisogno

del tuo sorriso

che porta dentro me
la  serenità
e la fede nella vita. . .

non voltarmi le spalle. . .

Per favore non prolungare l’attesa. . .

Non chiuderti a riccio. . .
Non sbattere la
porta

della tua generosità . . .

Lo so me lo merito. . .
ho sbagliato
per l’ennesima volta
no… no, nessuna giustificazione:
né lo stress,
né la fatica del lavoro,

niente potrà 
interferire
tra noi.
Nessun capriccio,
nessuna svista

dovrà scalfire

la bellezza della nostra condivisione. . .
La mia fragilità
tra le tue
mani …
il mio silenzio
fermo sulla soglia

della tua
libertà …
il mio ascolto teso
sul ritmo dei tuoi
passi …. . .

Lascio la mia porta spalancata
entra pure
senza bussare
senza alcun preavviso
e portami le tue
lacrime …
Dal tuo viso scivoleranno via

e bagneranno l’intimità del mio essere
laveranno lo sporco
dei miei errori . . .
Saranno balsamo
per le ferite aperte. . . 
ricuciranno i filamenti
di una relazione …
salute e
linfa
di pace. . .

un sussulto
mi ha portato poi
ad avvicinarmi
alla
finestra
del mio rifugio
ho visto
diradarsi
le ultime nubi rimaste
torna il
sereno
sulla città . . .
in
filigrana  sui vetri della stessa

come disegnata da una matita
la tua presenza…
Di scatto mi giro
e …
i tuoi occhi bagnati
le mani tese verso me
il sorriso del
sole,
il bacio
dell’amore
accrezzano il sogno
del mio stupore . . . 
con
gratitudine,
infinita pazienza!

 

Nel Vento della Passione


 

 

Sono stanco

di stare senza te…

l’altra notte

ti ho sognato ancora…

travolto dalla passione

non volevo più svegliarmi…

come dimenticare

le tue carezze

i tuoi baci . . .

sei andata via

senza preavviso

e da allora

una fitta nebbia

ha avvolto il mio pensiero…

la malinconia ha incatenato il mio cuore. . .

La nostalgia dell’abbraccio

mi ha bruciato dentro…

Ritorna amore

sui miei passi

ed io camminerò sui tuoi

finalmente libero

di portarti insieme

nel vento della passione…