Vita da Gabbiani

Bello disegnare nei cieli 

La rotta della libertà

Giocare sull’onda del vento

Sulle navi che solcano il mare

Per poi planare sulle loro scie

Nell’attesa dello scarto del cibo dagli umani

Ma spesso il vento della fame ci spinge

oltre il mare sulla terra abitata dalla nudità:

la sabbia

terra che raccoglie

le bellezze e le schifezze

di una stagione che spesso

si dimentica del rispetto. . .

E’ allora che la libertà

è strozzata dall’indifferenza assoluta.

Mentre il bisogno

cerca altrove

nuovi lidi 

Clicca qui di seguito per visionare il video Bisogno e Libertà

Lo Spirito dello Stupore

 

MP900425523.JPG

 

L’attesa restringe i suoi tempi

la decisione incalza il tempo

la collegialità dei principi della chiesa

è riunita per lasciarsi condurre

dal soffio dello Spirito

sperando che sia ascoltato.

 

L’identità da cercare e proporre

stupisca le previsioni delle candidature

perchè le scelte siano dettate

dall’unico vero discernimento determinante:

la vita di Gesù di Nazareth!

 

Uomo semplice e umile

che colga l’essenziale per sè e per gli altri

come habitus naturale del vivere quotidiano.

Uomo segnato dalla via della croce

come condivisione delle periferie della storia…

Uomo sincero amante della verità

perchè libero da ogni forma di condizionamento…

Uomo aperto al dialogo

cercatore e costruttore di pace…

Uomo figlio di Dio

che cammina persino nel buio

fidandosi della voce – guida dello Spirito…

 

Una figura sicuramente presente

 tra gli uomini di buona volontà…

Sarebbe davvero un grande segno

allargare la ricerca

 oltre il recinto degli elettori,

come già avvenuto in passato,

per dare al popolo di Dio e al mondo

l’Uomo giusto

che dona la vita per amore

mentre sorge l’alba del nuovo giorno!

 

Segno di Contraddizione!

zucchetto.jpg

 

La notizia che ha percorso l’intero mondo più veloce della luce, letta in maniera quasi asettica, ha segnato le linee future del servizio.

Lo shock ha generato dapprima uno stupore inatteso,   nel dopo interpretazioni politico – spirituali.

Difatti il teologo fedele alla tradizione ha scosso il percorso naturale della storia della chiesa e non solo.

Ha deposto le vesti del potere assoluto, dando un esempio di umiltà al mondo ubriaco della poltrona. A quella ubriachezza che persino nelle stanze segrete del religioso si insinua e talora nondimeno si pratica nella pienezza dell’ipocrisia.

Oltre le forze avverse dietro le quinte come i presunti giochi dei corvi; oltre il limite dettato dalla  fatica dell’età; oltre gli scaldali così eclatanti della pedofilia e della non chiara gestione finanziaria; l’uomo libero ha prevalso nel gesto tanto umile quanto epocale diventandone segno di contraddizione.

Si è messo da parte per dare spazio al vigore nuovo. 

Si è messo da parte per silenziare i passi incessanti di quei farisei  e scribi di memoria evangelica impadronitisi delle cattedre della vita e della speranza.

La responsabilità della rinuncia è stata posta dinnanzi alla Verità richiamando al giudizio quanti hanno voluto, anche solo indirettamente con il loro operato, questa estrema scelta.

Un fulmine non a ciel sereno ma in piena tempesta ha colto la barca di Pietro che si affida ora finalmente all’unico Maestro, apparentemente dormiente  sul cuscino mentre era con loro sulla stessa barca,  perchè cessino i venti contrari e ritorni la calma del mare.

 

00_fulmine_san_pietro_ansa.jpg

Sulla sua Parola è urgente ripensare la collegialità del servizio umile ed essenziale alla vita senza fine. L’unità nell’accoglienza della diversità, la forza, senza precedenti, di gridare al mondo il senso più profondo dalla passione di Dio per l’uomo: la liberazione da ogni forma di schiavitù.

Questa testimonianza, spesso sofferta, aprirà orizzonti di verifica per ogni potere politico, sociale, economico e religioso: il bene comune come discriminante!

L’Identità Perduta

uomo.JPG


L’uomo che non sapeva chi fosse

cammina ora 

lungo il percorso del mio sguardo:

la sua è un’ andatura 

di un tempo non definito ….

Con la sua mano accarezza 

il dolore della solitudine . . .

Sul suo volto la nostalgia delle cose perdute. . . 

Sui suoi piedi la fatica degli incontri falliti. . .

Sulle etichette create ad arte dalla gente

 il suo nome assomiglia a Nessuno,

naufrago di epiche memorie …

Una spina nel suo fianco

gli ricorda costantemente la sua finitudine. . .

Incompreso sulle vie della giustizia,

frainteso volutamente 

per disperdere le sue intuizioni tra le folle,

respira ogni giorno la nebbia delle promesse,

il fumo delle illusioni 

gettato senza rispetto sul suo volto. . .

Lo mantiene in vita

una sola verità 

quella di non a fare ad alcuno

ciò che non vorrebbe si facesse contro di lui …

La sua battaglia,

apparentemente persa sul campo del quotidiano,

si svolge sul piano dell’essere

là dove s’incrociano i volti senza maschera

e l’io abbandona gli scudi della difesa.

A nudo le identità sono svelate

cosi come la falsità è palesamente illuminata. . .

La consapevolezza di un desiderio

vive nel dopo degli incontri:

la semina del bene

è l’attesa che sprigiona fiducia.

Come una Tenda…

Da una galassia sconosciuta 

con un ritmo da sud del mondo

un fascio di luce

ha sorpreso gli indifferenti abitanti

di quella regione chiamata terra…

MP900439398.JPG


Un bambino con il suo zainetto

percorre le folti foreste amazzoniche

saltellando con disinvoltura  tra le ande e il tamigi

dall’everest al mississipi

sacri luoghi  e bassifondi da acri odori…

come un architetto presiede ai lavori della gioia

organizza la pace

liberando gli oppressi dai poteri assoluti.

 La leggerezza del suo movimento

impressiona non poco

quanti sono seduti tra i seggi di Bruxelles:

temono un’ulteriore rialzo dello spreed

soprattutto se quel bambino prodigio

dovesse decidere di fermarsi 

presso l’origine del pensiero,

nell’agropoli per eccellenza…

Lo stupore cresce persino in casa … bianca:

temono una rivoluzione senza limiti

che scalfisca le fondamenta dell’esistenza…

i servizi segreti sono stati già mobilitati…

 

natale,senso,vita,solidarietà,pace,amore,stupore

Il bambino ha un fare imprevedibile

lo zainetto che porta con sè srotolato 

non è altro che una tenda:

una sorta di casa itinerante.

Non si ferma mai

tocca ogni dove si respira

con la magia della semplicità

cambia il volto del futuro…

potenzialmente è un pericolo!

Inafferrabile persino da trouppe mediatiche

semina la beatitudine degli anawin 

con la politica della condivisione…

Il consiglio permanente dell’ONU

convoca d’urgenza i capi di stato:

l’umanità è a rischio …. 

la previsione dei Maja sembra avverarsi 

quel bambino va fermato

anche a  costo di un alto sacrificio!

La strage degli innocenti,

costante provvedimento,

macchia la pagina della storia di martirio

ma non fermerà il posarsi libero della tenda 

tra le periferie dei cuori dimenticati

delle favellas di Rio e gli slums di Korogocho.

Nella Tenda della diversità

i perduti di sempre

trovano riparo e accoglienza per la loro unicità

 

tenda.jpg

 

Il posarsi libero della luce

come una tenda nella notte

avvolga di gioia il quotidiano degli ultimi

racconti il nuovo al loro domani…

 

 

natale,senso,vita,solidarietà,pace,amore,stupore

 

 


Nella Costellazione Dei Desideri. . .

Quando la storia sembra organizzata

dall’imprevedibilità di un incontro,

apparentemente casuale,

 

amore,passione,incontro,vita,senso,stupore,amicizia,fantasia,malinconia


i sentimenti giocano come funamboli

su alture da vertigini. . . 

In uno spazio mentale confuso

si celebra il fascino della provocazione. . . 

La fantasia con velate allusioni

stuzzica una cena

dal sapore squisitamente erotico. . . 

Il dialogo immenso ed immerso

in frasi di profonda filosofia

apre scenari inattesi. . . 

L’appuntamento si carica di evento:

in fondo la passione

si insinua nella voglia

di cercarsi e scoprirsi 

raccontandosi.

Come pianeti in orbita

sospesi nel vuoto del mistero

abbiamo vissuto l’equilibrio delle parti

evitando paurose collisioni. . . 

Le mani morbide e delicate,

toccando la tua pelle ferita

da nostalgie mai appagate,

hanno sfiorato l’anima di te. . . 

 

amore,passione,incontro,vita,senso,stupore,amicizia,fantasia,malinconia


Il tempo e lo spazio daranno ragione

al ballo interplanetario della libertà

di amare l’impossibile. . .

Nei tuoi occhi lo stupore:

il passaggio di una meteora

nella costellazione dei desideri. . .

 

amore,passione,incontro,vita,senso,stupore,amicizia,fantasia,malinconia


Il domani sarà domani

una colonna sonora lunga una vita:

tu scoprirai il mio essere troppo buono

ed io la bellezza di abbracciare il sole. . .

Ogni giorno

con un pizzico di malinconia

vedremo da lontano

la scia dei ricordi

precipitare a valle

e perdersi in un bagliore

 di ordinaria follia. 

 

amore,passione,incontro,vita,senso,stupore,amicizia,fantasia,malinconia

 


Il Segreto della Periferia

lasciati condurre dal sottofondo

leggi con calma

rispetta il respiro

fermati sulle immagini

ascolta il silenzio…

 

Rumori assordanti

dal centro del tuo universo

contrastano con il silenzio percepito

nella periferia del tuo essere…

P7140007.JPG 

Gigantesche onde anomale

sovrastano senza precedenti

l’abisso insondabile del tuo andare…

 

I tuoi sogni

danzano sul tempo:

ricordi la tua storia

come una passeggiata in lungomare

al termine di una giornata estiva…

le carezze, il sapore dei baci

l’abbraccio della brezza

preludio alla notte dell’attesa del nuovo sole.

 

La matita come un pittore,

simile ai tanti seduti nelle piazze in festa,

riportava su tela

le istantanee delle tue pause…

i volti cangianti di un cammino stanco

sulle alture dei sentimenti.

P7131126.JPG

 

Respiro del tuo respiro,

l’amore temprato nella fedeltà

ti consegna l’ala segreta del tuo volo libero…

e pensavi che sì persino

l’amore che naviga in penombra

sulle rive del mondo

regala

ponti costruiti e lanciati

oltre l’oceano della vita.

 

 

Davvero sul mare grigio dell’errare

senza preavviso

piccole luci invadono lo spazio:

stelle di profezia sussurrate dal cielo.

 

P7140045.JPG

I battiti del tuo cuore

un tutt’uno con il ritmo ballante della gente

creava fusioni impensabili tra generazioni,

emozioni di un mondo fraterno ed in pace.

Si cantavano canzoni antiche e sempre nuove

di una terra terremotata nelle mura

ma con un popolo fiero di non mollare mai.

 

I vapori di un bagno turco, poi,

nel cuore della notte,

scrutano i limiti di uno stupore annebbiato

restio nel lasciarsi condurre

 oltre le possibilità umane.

La doccia sensoriale delle tue parole

lava le ultime scorie di un presente

tormentato dall’inquietudine.

luce2.JPG

 

Guarda lontano

amica mia

là dove nasce il mistero:

il decollo del vento

ricama nello spazio

l’unità dell’essere

l’equilibrio della libertà…